lunedì 2 agosto 2010

come un soffio...

Vado a cercare quell’immagine che mi hai lasciato in dono. E’ lei. Dici che mi assomiglia. Ha i capelli rossi, due seni bianchi che spuntano sotto la camicia trasparente. Sembrano boccioli da innaffiare. Ha lo sguardo pensieroso, mordicchia le dita, forse è nervosa. Gli occhi sembrano oltrepassare i miei occhi, starà sognando Te, che mi possiedi e mi dai vita. Pare in dormiveglia, come me in questo istante. Non so altro di lei. So però che mentre il sole cala e l'ombra dei palazzi inizia a strisciare sull’asfalto rovente, l'altra ombra, quella che mi invade il cuore, sta già trascinandosi giù, verso il mio ventre e sbava sulle tue gambe. Vorrei sentire, adesso, le Tue mani sui fianchi, calde come un alito di scirocco che respira nella notte, finché rimanga io, nuda, con il mio sacro fuoco tra le mani. E penso d'essere così piena di Te da far fatica perfino a respirare.


Red Lilith {LN}

Nessun commento:

Posta un commento