lunedì 2 agosto 2010

Come un umano al suo stato primitivo.

Respiro in malo modo. Vale a dire, o troppo, oppure troppo poco. Qualche volta resto in apnea negli abissi della mente. Altre volte emergo con un respiro compulsivo, e mi sembra di non riuscire a trattenere l’aria.

In questo momento di orripilante attesa, seguo i movimenti dei miei polmoni e vorrei avere due branchie per poter restare ancora un po’ sotto l’acqua.
Emozioni (che affiorano sulla pelle), odio, amore (sentimenti che fanno ribollire il sangue), mente (quindi organi), cuore (quindi ancora organi). Non è questo che siamo?
Sono momenti in cui i miei pensieri si abbandonano a eccessi di violenza e perversione. Proprio ciò che ci si aspetta da un animale selvaggio o da un umano al suo stato primitivo. Si, io sono una donna istruita e civilizzata. Ma i miei impulsi non lo sono.
Red Lilith{LN}

Nessun commento:

Posta un commento