lunedì 2 agosto 2010

Esco poco, parlo ancora meno.

Artigli di rapace piantati nella carne. Li vedi ovunque e soprattutto sulla schiena. E se non ci sono più gli artigli, ci sono i segni che hanno lasciato, profondi fino a sfiorare gli organi. Altre volte invece è carne violacea, infetta dal morso di serpenti. Attacchi fulminei ed imprevisti, anche quelli rigorosamente alle spalle.

- Ho comprato un antidoto contro il veleno... (disse l'allieva)
- Serve a poco se allevi serpi voraci in seno... (rispose il Maestro)
Così, guardo in cagnesco, mantengo lo spazio. Esco poco, parlo ancora meno.
Red Lilith{LN}

Nessun commento:

Posta un commento