lunedì 2 agosto 2010

La gente, nel male, non mi stupisce più [ho perso il punto di equilibrio]

La verità è che ci si abitua anche al male. Mi ci sono abituata anche io e per onestà intellettuale mi tocca riconoscerlo. E dove ieri c'era delusione, oggi c'è rassegnazione. E’ una rassegnazione che, tuttavia, non mi provoca alcun turbamento. E mi tocca riconoscere, serenamente, che la gente, nel male, non mi stupisce più.

Osservo, ascolto, codifico comportamenti, noto stonature. E' tutto storto, ma non mi stupisco più. Ed è tutto così banalmente prevedibile e standardizzato da essere quasi rassicurante.
Ne sorrido e continuo a sorseggiare il mio caffè, prevedendo gli eventi nel fondo della tazzina. Andrebbe bene se, ogni tanto, riuscissi ad avere qualche piccolissima smentita. Così, solo per il gusto di essere contraddetta dagli esseri umani almeno una volta e dover riconoscere che sbaglio a non aver fiducia. Ma non succede mai. Ormai non succede più.
Red Lilith{LN}

Nessun commento:

Posta un commento