lunedì 2 agosto 2010

Notturno Silenzioso

Come un bonzo in una veste color arancio, vorrei sedermi, calma, impassibile come una statua immobile, inespressiva come una bambola di ceramica, e liquefarmi, a gocce lente, come una candela umana silenziosa. E invece strido come uno spiedo – immaginalo – mentre il fuoco si accende e brucia la corteccia, e le foglie secche, bruciando il corpo, che non è mio.

Copulo con la tua immagine che mi sveglia di notte, copulo selvaggiamente, i nervi scossi dal piacere e dal dolore, in questa notte – puttana – riluttante ad ogni spegnimento.
Red Lilith{LN}

Nessun commento:

Posta un commento