lunedì 2 agosto 2010

"Pensavo...è bello sapere che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra" FdA

Sognerò stanotte. Di essere dove vuoi. Nelle tasche dei Tuoi jeans, nei Tuoi occhi alpini, ai piedi del Tuo divano, sempre accanto, sempre addosso, sempre Tua. Sognerò le Tue mani che mi cullano e mi imprimono solchi sulla pelle. Sognerò il tuo ciliegio che dà ombra ai nostri corpi nudi, sognerò le Tue calde ortiche, che solleticano la mia pelle già arrossata. Sognerò la brezza lieve del Tuo vento, le Tue mani forti, che ricamano linee di Appartenenza sul mio corpo offerto. Sognerò un contatto continuo tra il Tuo corpo e il mio corpo, tra la Tua bocca e il mio seno, come un’onda ed uno scoglio, come una nave attraccata al suo porto. Sognerò di essere al centro del Tuo desiderio, distesa e placida, in attesa, come un campo di canne al Vento. Sognerò delle Tue mani invadenti...e morbide... e prepotenti.Sognerò di Noi. Aspettando sia domani e che tutto questo sia reale. Red Lilith{LN}

Nessun commento:

Posta un commento