giovedì 5 maggio 2011

I saluti, i silenzi

Essere alla ricerca di una risposta come di un'altra, quando le domande sono belle e morte. Riversare parole su altre parole, valanghe che scendono nel villaggio a valle, villaggio sepolto dalle valanghe, senza alcuna ragione. Domande che non abbracciano risposte, come abbracci senza braccia, come braccia senza carne e senza ossa. Che senso ha tutto questo per un uomo? Non si muove niente, nessuno parla alle valanghe che tumulano villaggi.

- Che cosa senti quindi, che cosa pensi?
Domande che non muovono alcuna replica. I saluti, i silenzi. Descrivono la mia immagine, ma la mia immagine non mi descrive.
Red Lilith{LN}

Nessun commento:

Posta un commento