giovedì 5 maggio 2011

Mi turba la smania di conturbarti ancora

Un profondo turbamento, privo di ragioni e con un senso solo, preme contro il mio petto e mi irrequieta. E mi sento tesa, in balia e tesa, come una corda protratta oltre se stessa. “Di cosa mi vestirò”? Me lo chiedo ancora. Come una giovane al primo bacio o come me stessa all’ennesimo incontro. La faringe si stringe in una morsa che non cede spazio al cibo e il respiro si smorza un po’.
Ecco, mi turba la smania di conturbarti ancora. Senza dubbio. Si. No. Forse ancora oltre.
Red Lilith{LN}

Nessun commento:

Posta un commento